venerdì 25 novembre 2011

...rimane sempre un Hobby!

Il PC nuovo è ottimo, in pochi giorni sono riuscito a ripristinare il tutto...e sono
ripartito. Il vantaggio di avere un super-PC si è visto subito, soprattutto nella velocità di "ripetizione" delle procedure grafiche 3D...ma... purtroppo i problemi di posizionamento dei modelli 3D in FSX sono rimasti tali e quali!
Avevo già in passato spiegato tutte le difficoltà che si incontrano in queste procedure, ma in qualche modo riuscivo sempre (con qualche compromesso) a posizionare il modello 3D nel simulatore. Però si trattava di montagne singole o comunque con una ben netta conformazione (Cervino, Tre Cime...), ma quando occorre posizionare un intero gruppo (Sorapis, Cristallo,Tofane...) il problema si moltiplica e diventa di difficile soluzione. Il modello 3D viene costruito sui dati DTM (da 5mt a 25mt) e poi trasformato con appositi programmi in un OGGETTO 3D. Tutti questi passaggi non sono "indolori", qualcosa indubbiamente viene modificato, forme, scala, rotazione...qualche "distorsione" di troppo. Purtroppo riproducendo la realtà bisogna attenersi ai dati reali, tutti questi vincoli sono molto impegnativi e talvolta impossibili da soddisfare.
Chi costruisce scenari per Giochi di Simulazione ha un grosso vantaggio. Questi scenari sono assolutamente inventati, liberi da ogni vincolo e sicuramente senza nessun compromesso di qualità. Al contrario, scenari realistici o riproduzione di zone reali hanno notevoli vincoli di forma, dimensione, scala, rotazione...tutto deve obbligatoriamente essere uguale alla realtà. In questo momento, con i mezzi a disposizione non è piossibile superare contemporaneamente tutti questi "obbilghi".
Non è facile da spiegare ma solo potete intuirne le difficoltà.
Sono anche sicuro che lo stesso simulatore FSX ha delle lacune non sempre rimediabili, i modelli 3D vanno bene per piccole zone, o singole montagne. Le zone costruite finora hanno queste caratteristiche, quindi fattibili, anche se non perfettissime ma senz'altro i modelli rappresentano molto bene la realtà.
I grandi gruppi Dolomitici, purtroppo non hanno queste caratteristiche. Sono costituiti da innumerevoli quantità di cime , guglie, creste, valli, canaloni, gole... e riuscire a far "combaciare" il tutto diventa veramente impossibile.
...morale di questa lunga premessa?...
Sono costretto a rinunciare al progetto Dolomiti, almeno per ora. Non me la sento di mettere a disposizione uno scenario stupendo come "fattura" molto realistico nella forma e colorazione ma...che non si adatta allo scenario sottostante del simulatore.
Come ho scritto nel titolo del "post" ...è sempre un Hobby! Quindi deve rappresentare un momento di impegno-soddisfazione e non certo un dovere a qualunque costo. In questo momento manca un po' di soddisfazione ...nonostante l'impegno.
Una precisazione d'obbligo: le immagini che avete visto sugli altri post esaltano solo i modelli 3D e gli screen selezionati, veri e non ritoccati, evitano ovviamente le zone "conflittuali" con lo scenario sottostante.
...adesso Frank cosa farà?...
Cercherò qualche singola montagna, non necessariamente sulle Alpi, dove il modello 3D potrà ben adattarsi allo scenario di base senza compromessi ..."di troppo"...ma, nello stesso tempo, continuerò la ricerca di metodi o programmi per rendere possibile...l'impossibile... rimane sempre un Hobby!

PS: non abbiate timore a commentare, mi fa molto piacere leggere i vostri pareri.
Per chi preferisce scrivermi privatamente ecco l'indirizzo : daifran@libero.it

Nessun commento: