giovedì 30 dicembre 2010

BUON ANNO a tutti!...in cima alle Lavaredo!

Come Auguri per il nuovo anno, una piccola anticipazione di quello che ci sarà per il 2011!
Il modello 3D delle 3 Cime di Lavaredo è il nostro banco di prova. Con le cinque torri di Cortina, viste le piccole dimensioni, abbiamo provato i vari sistemi, il collaudo è risultato soddisfaciente. Ora tocca alle vere montagne...e le tre cime sono un ottimo modello per testare il nostro metodo.
Il filmato che segue è relativo al versante Nord, quello più spettacolare e conosciuto.
le pareti verticali, quasi inguardabili con il metodo planare, ora sono il punto più "esaltante" dello scenario, da "gustare" assolutamente.





Buona visione e soprattutto BUON 2011!!
(chi vuol vedere il filmato in Alta Definizione ecco il LINK)

martedì 21 dicembre 2010

Primo video di modelli 3D...Cinque Torri di Cortina

Alla fine qualcosa siamo riusciti a combinare. Abbiamo raffinato il metodo e con un po' di pazienza sono riuscito a posizionare il modello delle cinque torri. Non è un lavoro semplice, si tratta di modificare le mesh sottostanti per dare risalto ed evitare sovrapposizioni con il modello 3D.
Ecco il video che prova il tutto:




Si tratta comunque di un primo esperimento, che ha bisogno ancora di un po' di rodaggio, ma la strada mi sembra quella giusta.
Vedere così le montagne nel nostro simulatore è solo...realtà!
Il prossimo scenario sarà dedicato alle Tre Cime di Lavaredo, già in programma da tempo...sarà un EVENTO!!

Approfitto dell'occasione per Augurare a tutti un Buon Natale, un felice e prosperoso 2011!!!

martedì 14 dicembre 2010

Metodo di Lavoro (WorkFlow Model)

Viste le difficoltà nell'inserimento dei modelli 3D nei simulatori di volo, abbiamo dovuto pianificare un metodo di lavoro per capire e superare le difficoltà.
Inserire un modello 3D così grande (montagne) in uno scenario con mesh già presenti non è impresa facile. Il rischio di "mescolare" in modo improprio le mesh è molto alto e il risultato che si ottiene il più delle volte "mortifica" tutto il lavoro fatto.

Riprenderemo da capo, faremo un piccolo esempio di elaborazione 3D, abbiamo scelto la zona delle 5 Torri di Cortina. In effetti queste piccole cime, vere Dolomiti, sono poco visibili ma al contrario molto famose. Sono conosciutissime sia per la facilità nel raggiungerle che per gli stessi "alpinisti rocciatori" dove trovano ottime palestre di roccia con tutte le difficoltà (dal 1° grado al VI° grado superiore).

Dovremo modificare le mesh per dare un po' di "forma" a queste piccole Dolomiti. Nelle mesh LOD11 di Ragot non vengono rappresentate, e anche nelle mesh LOD14 hanno poca rilevanza.
Poi dovremo provare il modello "bianco" (non texturizzato) sullo scenario di FSX e cercare un "naturale" inserimento senza differenze evidenti. Non sarà possibile la "sfumatura" di passaggio tra i 2 scenari ma almneo dovremo evitare uno stacco troppo "visibile". Questa è la fase più impegnativa, non esistono strumenti affidabili per quesdta operazione, sarà certamente un passaggio chiave.
Le successive fasi "mapping and taxturing" saranno impegnative tecnicamente, per ottenere un modello 3D "quasi reale".
Se tutto andrà bene ... potremo poi affrontare le grandi Dolomiti più impegnative, ma con un metodo già collaudato.

Una notazione per gli amici di XPlane... Faremo prima il tentativo su FSX, che conosciamo ormai da anni, poi proveremo anche con XPlane...e vedremo i risultati e magari faremo anche i paragoni tra i due simulatori.
Chissà se le 5 torri riusciremo a vederle così....!?


Noi...ce la metteremo tutta!

domenica 5 dicembre 2010

Fase di mapping-texturing completata

Ho completato la fase di mapping-texturing. Sto acquisendo una buona esperienza con questo nuovo metodo di lavoro, elaborare modelli 3D non è semplice. Ci sono vari programmi a disposizione, molto complessi e poco intuitivi. Dopo vari tentativi, che vi ho descritto nei post precedenti, ho definito i programmi che andrò ad usare per l'applicazione delle mappe-texture sul modello 3D.
Il modello 3D, proprio per la sua caratteristica, non permette facilmente un'applicazione delle texture come per i modelli planari (2D), bisogna tener conto della terza dimensione, la profondità. Dopo un po' di ricerca e di infinite prove, ho individuato i programmi adatti allo scopo.
Le montagne hanno poi un'altra difficoltà...sono molto articolate, non hanno superfici piane, hanno guglie, cime, creste...che impegnano parecchio nella scelta della texture e soprattutto nel fase preliminare del mappaggio. Mappare una montagna, in questo caso, vuol dire suddividere la stessa in più parti, tenendo conto della caratteristica della parete, per evitare sovrapposizioni sullo stesso piano.
Comunque dopo tante prove di laboratorio, una prima fase di elaborazione "mapping-texturing" è terminata.
Adesso inizia la fase di inserimento dello scenario (modello 3D) in FSX o XPlane ..per nulla semplice, come già detto nel precedente post.
Per documentarvi del risultato che si si riesce ad ottenere ecco una foto (il cielo è stato aggiunto)


Come vedete il risultato è sorprendente e anche se molto impegantivo ...ne vale la pena.

domenica 28 novembre 2010

Test di Laboratorio FSX...

Come vi dicevo già nei precedenti post, continuano i Test di Laboratorio nel simulatore FSX. Trasportare un modello 3D delle dimensioni di una montaggna non è una cosa semplice. Finora sono stati fatti modelli 3D di edifici cittadini, Aeroporti, Angar, vegetazione, auto... ma mai nessuno si è cimentato in Montagne, con dimensioni immensamente più grandi e soprattutto di difficile posizionamento. Il metodo tradizionale, quello utilizzato finora, almeno per i rilievi, prevedeva solo il rifacimento delle mesh e l'applicazione delle texture in modo planare (2D).
Il metodo che stiamo invece mettendo a punto è completamente diverso: la costruzione del modello 3D fuori totalmente dal simulatore e il suo successivo posizionamento (coordinate LON/LAT) "sopra" le mesh di default di FSX. Le difficoltà presentate per questa ultima operazione sono notevoli e allo stadio attuale non abbiamo ancora trovato una soluzione accettabile.
Comunque un primo tentativo ci ha permesso di vedere la netta differenza tra i due sistemi e il notevole vantaggio visivo del modello 3D...la realtà!
La foto sotto è un primissimo esempio di comparazione dei due metodi.


Le imperfezioni presenti alla base del modello 3D sono proprio legate al posizionamento dello stesso modello sulle mesh di default.
In questi ultime serate siamo riusciti a mettere a punto un sistema ancora più preciso nell'applicazione delle texture. Dopo tante prove e tentativi, ormai abbiamo indivuato il metodo migliore e i programmi adatti allo scopo, i risultati sembrano promettere effetti ancora più realistici...purtroppo facendo tutto questo solo per puro hobby ..il tempo a disposizione non è mai abbastanza.
Tutti e tre (Daniele Dario e Frank) siamo consapevoli che stiamo facendo qualcosa di nuovo e che non è mai stato provato finora (in rete non esistono modelli del genere), abbiamo solo bisogno di tempo...le prove in laboratorio FSX ...continuano!

mercoledì 17 novembre 2010

...working progress...in 3D

E' tutto un altro modo di fare scenari. Per anni ormai ho lavorato su mappe , ortofoto, aggiungendo particolari, usando fotografie reali per migliorare gli scenari in FSX. D'ora in poi lavorerò su modelli 3D. Ho la fortuna di avere due grandi amici, Daniele e Dario, con il quale condivido questa passione, che con grandissima competenza e capacità, mi permettono di lavorare su modelli di montagne in 3D di notevole definizione e precisione.
Come nell'ultimo post che vi ho descritto, il procedimento di elaborazione è molto diverso.
Il nostro test, le Tre Cime di Lavaredo, è ormai in avanzata elaborazione. E' stata completata la texturizzazione del modello 3D. Per poter ottenere un buon risultato, il modello è stato suddiviso a sua volta in 4 parti. L'applicazione delle texture è un po' più complicata. Normalmente uso le UVmap-box, in pratica la rappresentazione della montagna in tutti i versanti (lati del box) e dall'alto. Il risultato dipende molto dalle caratteristiche della montagna che non deve avere troppi "lati sovrapposti".
Le Tre Cime di lavaredo, le più famose Dolomiti in assoluto, rappresentano un ottimo test, in quanto hanno un po' tutte le difficoltà...pareti verticali (strapiombanti), rocce molto articolate e di varia morfologia, guglie appuntite e creste affilate...un po' di tutto.
Riguardando le foto delle Tre Cime viste in FSX con il metodo tradizionale (elaborazione planare vista dall'alto) non c'è paragone con il metodo del modello 3D.
la foto sottostante dà un'idea della differenza, certo il tutto va ancora raffrontato nel simulatore, ma non vi sono dubbi sulla differenza.

La Grande e la Ovest di Lavaredo sono 2 pareti terribili, uniche al mondo, dove le difficoltà alpinistiche sono estreme...e anche la creazione dello scenario non è per nulla semplice.
Il problema principale è la sovrapposizione delle pareti sullo stesso piano che rendono molto difficile l'applicazione delle texture fotografiche. Le foto usate vengono sempre manipolate per poterle adattare al modello, una specie di "Stretching ". Ogni piccola correzione va subito controllata sul modello 3D per evitare poi errori sequenziali. Il procedimento va fatto a settori ma con una sequenza precisa, anche per mantenere costanti sia il colore (tono, saturazione...) che il rapporto luminosità/contrasto. Le foto usate (quasi tutte di mia proprietà) spesso hanno luminosità e colorazioni diverse, perchè scattate in varie stagioni e orari. Il modello non deve avere ombre (minime) per poter essere inserito nel simulatore senza condizionamenti di luce.
Il piccolo video sottostante è il risultato finale del modello 3D texturizzato in Alta definizione, rispetto al precedente video (post precedente)dove le texture erano in bassa risoluzione.



Il modello è ruotato a mano (presenta qualche piccolo scatto).
Come potete vedere è tutta un'altra cosa...non solo, ma il modello può essere facilmente usato, essendo un "oggetto 3D" , in qualsiasi simulatore (FSX e XPlane) e anche per altri scopi non necessariemnte "ludici".
Per chi vuole vedere il video in HD (consigliato) ecco il LINK

IL lavoro continua, la strada è ormai aperta ad un nuovo modo di creare scenari 3D per i nostri simulatori.

sabato 6 novembre 2010

...un CAMBIO EPOCALE!!

Da tempo studiavo un sistema di "texturing" non vincolato ai simulatori, ma adattabili con facilità a qualunque simulatore. Grazie alla collaborazione degli amici Daniele Tona e Mauro Visentin entrambi collaboratori di SIRX, sono riuscito nell'intento.
Si tratta ovviamente di uno studio in "laboratorio" ma la strada ormai è tracciata e forse presto lo potremo vedere nei nostri simulatori.
Il vantaggio di avere un modello 3D molto dettagliato in LOD14 e di poterlo "texturizzare" in Alta definizione è ENORME! ...La realtà può diventare alla portata di tutti i simulatori, sia di volo che non...anche in altri settori (ambiente, cinema, simualazione soccorsi...). Certo che non ho reinventato l'H2O calda, ma sicuramente è un piccolo passo verso un altro sistema di vedere.
Come dicevo siamo ancora in fase di laboratorio, ci vorrà tempo ma siamo sulla strada giusta.
Ecco un piccolo video come esempio...



Per chi desidera vedere il video in HD (consigliato) ecco il link
I prossimi passaggi saranno lo studio di un metodo adatto a facilitare tutte le procedure, di provare definizioni altissime, di provare ovviamente i modelli nei vari simulatori...
Aspetto vostri commenti, chi desidera può anche scrivermi, l'email la conoscete!

sabato 30 ottobre 2010

Il Gran Sasso è in Download!

Da questa sera , sul nostro sito http://www.realearthx.it/ troverete nella sezione "scenari" il Gran Sasso d'Italia, la nosra ultima creazione.
Si tratta di uno scenario un po' diverso dalle solite Alpi ma sempre molto suggestivo.
E' in Alta Definizione e avrà inoltre anche 3 Rifugi, come detto nel post precedente.
Sarà anche a disposizione come ulteriore Addon, tutta la zona a Sud del gruppo Gran Sasso da me ricolorata, che comprende anche il capoluogo Abruzzese Aquila. La definizione di questa zona è a 1 mt/pixel mentre la città è a 0.5 mt/pixel.
Molto probabilmente Dario riuscirà a breve a completare gli addon con l'aeroporto dell'Aquila e altri edifici con autogen.



E adesso...buon volo sul Gran Sasso d'Italia.

venerdì 29 ottobre 2010

I Rifugi del Gran Sasso

Lo scenario è ormai stato completato. Dario ha terminato i rifugi, sono ben 3.
Il Rifugio Carlo Franchetti (2433 mt). E' il rifugio più alto del Gran Sasso e si trova sul crestone che divide in due il Vallone delle Cornacchie. ecco la foto


Il Rifugio Duca degli Abruzzi (2388 mt).Si trova sulla cresta di Monte Portella.


Il Rifugio Giuseppe Garibaldi (2231 mt)
Si trova a Campo Pericoli ed è stato il primo rifugio costruito nel gruppo, nel 1886


Non sono grandi come costruzione, sono molto semplici ma funzionali.
Attualmente lo scenario è in "test" ma entro pochissimo sarà possibile il Download.

giovedì 21 ottobre 2010

video-trailer del Gran Sasso

Come promesso ecco il video trailer del Gran Sasso.
Lo trovate anche sul nostro sito realearthx.it.



...E' un doveroso omaggio alla "Terra e agli amici d'Abruzzo" !
Per una visione migliore selezionate 720p e mi raccomando un buon volume!

Dario sta completando i rifugi e a breve il Download.

domenica 17 ottobre 2010

...altre immagini Gran Sasso

Il lavoro continua e forse entro una settimana spero di finire.
Come detto nell'ultimo post ho provato alcune nuove soluzioni per l'applicazione delle texture. Il risultato mi sembra buono. Purtroppo le dimensioni stanno diventando un po' proibitive, considerando che si tratta di un piccolo scenario, ma l'alta definizione delle texture ha un prezzo in MB. Probabilmente troverò un compromesso per rendere il Download un po' più leggero.
Ecco alcune immagini, è inutile mettere le comparazioni con altri scenari in bassa risoluzione, la differenza è palese.
La prima immagine è una vista da ovest verso tutto il gruppo.

La seconda, sempre da Ovest, un po' più dall'alto


Nella successiva una visione ravvicinata del P.zo d'Intermesoli sempre nel gruppo.


Nella penultima immagine il gruppo delle vette del Gran Sasso


L'ultima, un primo piano molto suggestivo, dove il "virtuale" sconfina nella realtà!


Come detto sopra, devo sistemare la parete EST, rifinire alcune zone e poi seguirà il Trailer...
Dario sta iniziando i rifugi ed entro qualche giorno vedremo le prime immagini.

domenica 10 ottobre 2010

...Gran sasso "esperimenti"

Ormai lo scenario del Gran Sasso sta diventando un piccolo laboratorio di esperimenti.
Sto provando infatti diverse soluzioni per valutare l'effetto "realistico".
In pratica l'applicazione delle texture si basa sia su foto reali del posto che texture di rocce da me preparate. La preparazione delle texture è il lavoro più impegnativo sia per forma, colore contrasto e intensità. Tutto deve essere uniforme per poter dare un effetto realistico. Qualunque minimo errore presuppone rifare il procedimento. Per la visualizzazione in FSX occorre infatti un procedimento lungo e laborioso, in breve:
1) preparazione della texture e sua apllicazione sul "modello" visto dall'alto.
2) memorizzazione ed elaborazione in Global-mapper per l'inserimento coordinate.
3) preparazione del file geoTiff che contiene texture mappata.
4) elaborazione del file BGL da inserire nella libreria scenari
5) lancio di FSX per la visualizzazione
Quindi ogni prova, anche minima comprende tutte queste fasi.
Ma vediamo qualche foto come esempio del risultato ottenuto:
La prima è una comparazione tra la normale vista del versante Nord con ortofoto SIRX e sotto la mia elaborazione sia come mesh che come texture (fotografica):

Evidente la differenza, ben riconoscibili nella mia elaborazione, le cime del Gran Sasso.
Nella successiva un'altra vista del versante Sud, più ravvicinata e dettagliata.


Ancora una foto che evidenza la qualità del dettaglio, questo è sempre il versante Nord con in primo piano il Corno piccolo e sullo sfondo le cime del Gran Sasso


Un ulteriore ingrandimento della zona Nord, appena sotto al Corno Piccolo


Per ottenere questa qualità ci sono volute molte prove. Il limite sta nelle dimensioni dei files BGL che si ottengono. Impensabile per un grande scenario.
Anche per il Gran Sasso questa definizione è stata limitata al solo gruppo di cime nella parte orientale del gruppo.

Gli esperimenti continuano...

martedì 5 ottobre 2010

prime immagini del Gran Sasso d'Italia

Il lavoro anche se con qualche problema...continua.
Non ho visto molti commenti al precedente post, forse lo scenario non è di grande interesse, ma mi sembrava giusto dare spazio anche ai nostri Appennini.
Con molta pazienza ho sistemato le mesh della cima, visto che il Gran Sasso presemta diverse cime intorno ai 2900 mt. Le immagini a disposizione non sono molte ma con qualche trucco e miglioria sono riuscito a dare una buona forma, almeno riconoscibile.
Vi presento una comparazione tra quello che offre GoogleEarth 3D e la mia elaborazione.
Come vedete la differenza è notevole.


La difficoltà maggiore è nel creare le ombre corrette sulla roccia. Nella foto di Google l'immagine è praticamente "piatta", quasi senza ombre oltre alla colorazione non appropriata. Nella mia elaborazione ho utilizzato texture dolomitiche (da foto vere)e la creazione delle ombre è basata sulle mesh.
La parete non è ancora definitiva ma mi sembra che il termine "fotorealistico" sia appropriato. Per ottenere questo effetto occorrono molte prove, "combaciare" perfettamente mesh e caratteristiche delle rocce (forma) non è semplice, soprattutto per le zone in ombra.
A presto inizierò le altre pareti, vedo difficile sia la NORD che la EST, molto diverse tra loro e con mesh da correggere. Comunque anche se il gruppo è di piccole dimensioni, devo ammettere che presenta notevoli difficoltà di realizzazione...considerando che l'obiettivo finale è uno scenario fotorealistico in Alta Definizione.

venerdì 1 ottobre 2010

Gran Sasso d'Italia

Come preannunciato il prossimo scenario coprirà il gruppo del Gran Sasso d'Italia. La montagna più alta degli Appennini, vicino all'Aquila (Abruzzo), composta da Dolomia e rocce calcaree, rappresenta un vera e porpia Dolomite degli Appennini.
E' formata da alcune cime, la più alta è la cima Occidentale 2912 mt., poi la cima Orientale 2903, la cima Centrale 2893mt. Ecco la mappa della zona.


Non esistono scenari per FSX, solo alcune immagini tratte da Google-Earth e altre derivate da semplici applicazioni delle ortofoto della zona.
Ecco come appare il gruppo, versante SUD, in Google-Earth:

vedendo la foto nel riquadro (originale del Gruppo) , direi che l'immagine è poco fotorealistica, anzi...
Il lavoro di mesh è fondamentale per dare la giusta forma. Daniele mi ha già fornito delle buone DEM che poi cercherò di correggere per dare maggior precisione.
Sotto, un'altra foto presa da Google-Earth del versante Nord. Anche qui valgono le stesse considerazioni dette per il versante Sud.

Insomma...c'è parecchio lavoro da fare per dare la giusta forma.
La texturizzazione sarà altrettanto impegnativa, userò texture dolomitiche dettagliate. Il materiale fotografico a disposizione è discreto ma non ai livelli degli scenari precedenti...
A presto le prime prove del versante Sud.
Farei un appello agli amici Abruzzesi..."se avete foto dettagliate del gruppo, mi farebbero molto comodo".

Un'ultima nota...avete visto il nuovo progetto della Microsoft" flight " ?
Dalle prime immagini...se FS sarà veramente così...Frank finalmente andrà in pensione!!

sabato 25 settembre 2010

....si ricomincia!!!

Dopo un po' di problemi e un po' di studio si ricomincia.
Il progetto Dolomiti-Cortina per ora è solo accantonato, meglio ricominciare da un piccolo scenario tra l'altro molto richiesto.
Dedicato agli amici Abruzzesi e a tutti gli amanti del nostro Appennino abbiamo deciso di sviluppare lo scenario del GRAN SASSO d'Italia in Alta Definizione.

Speriamo di fare cosa gradita a tutti...sarà uno scenario completo anche con i Rifugi principali in 3D e ovviamente con le mesh molto definite.
Daniele e Dario mi stanno già dando il massimo supporto...avremo delle mesh incredibili e dei rifugi "veri"...

A presto le prime immagini di inizio lavoro!!!

lunedì 30 agosto 2010

...fase di studio

Le ferie sono finite ormai da tempo, impegni di lavoro mi terranno impegnato ancora per un po'. Nello stesso tempo sto raccogliendo materiale fotografico per i prossimi scenari e provando altri metodi di lavoro. Sono in pratica in una fase di studio.
Daniele e Dario stanno terminando alcuni progetti (Isole Tremiti, Crater Lake...) troverete tutto sul nuovo sito di Realearthx
...seguitemi, tornerò presto con nuovi scenari.

domenica 1 agosto 2010

..un po' di ferie...

Sempre meritate, volute e "sacrosante" ...le ferie.
Dove sono stato?...Nello scenario virtuale/reale del Cervino! Sì! proprio in quello reale, ma era così tanto "simile" al virtuale che mi sembrava di esserci già stato!
Un'ottima impressione e conferma del buon lavoro del nostro Team. Mesh perfette di Daniele, riproduzione fedele dei Rifugi di Dario e anche convincente texturizzazione.
Viste le difficlotà che uno scenario comporta devo dire che sono rimasto soddisfatto.
Ovviamente ho scattato molte foto dettagliate del versante Sud (Italiano)...per ora vi risparmio una ulteriore versione ...anche se il materiale fotografico a disposizione lo permetterebbe senz'altro.
Una foto di saluto ...

Foto scattata dal bivacco Jumeaux 2770 mt.
...Il progetto Dolomiti per ora è in "cantiere"...fermo per ferie!

domenica 11 luglio 2010

Prossimo progetto!

Mi sembra giusto soddisfare la curiosità di amici che mi hanno scritto riguardo al nostro prossimo progetto. Da alcuni giorni stiamo studiando la fattibilità di un progetto, un po' ambizioso, con difficoltà tecniche notevoli.
La zona interessata è...Dolomitica. Non rivelo i dettagli ma si tratta di una zona molto famosa, con delle montagne dolomitiche altrettanto famose.
Come accennavo, i problemi tecnici sono tanti. Le mesh saranno LOD14, molto dettagliate e saranno leggermente corrette per l'applicazione delle texture.
Il problema delle pareti verticali è per le Dolomiti un "denominatore comune"...e risolvere questa ulteriore difficoltà non è per nulla semplice.
In passato avrete visto un breve filmato sulla possibile soluzione di questo problema, si trattava di alcuni esperimenti e prove fatte con LOD11 e forte ingrandimento fino a 8 volte per poter superare l'effetto "sfocatura", improponibile per uno scenario di grandi dimensioni...motivo? lo spazio occupato per una sola cima superava 100 MB, per un solo gruppo dolomitico (es:Tofane) occorreva 1 GB...un po' troppo. Inoltre per questo metodo occorrono foto molto dettagliate e di grandi dimensioni per ogni parete o versante (al momento carenti).
Quindi il compromesso trovato, senza sensibile perdita di qualità è quello di tenere come base le mesh a LOD14 e correggerle al bisogno per facilitare l'applicazione delle texture. Queste ultime avranno alcune caratteristiche proprie di ogni cima, anche per un facile riconoscimento e saranno affiancate da texture dolomitiche preparate come landclass. Userò per gran parte alcuni scenari Dolomitici (mia produzione 2008) come base di partenza.
Ecco un primissimo esempio di questa soluzione...

Per chi conosce bene le Dolomiti...è facile indovinare di quale cima si tratta, quindi anche la zona che svilupperemo sarà comunque in Alta definizione.

martedì 29 giugno 2010

Monviso ID...vie Alpinistiche

Un grazie a Dario Poggio (nostro tester) che mi ha inviato delle bellissime immagini del Monviso ID con tutte le vie di salita, di tutti i versanti principali.
La parete Sud, con la classica via di salita (normale via) che si sviluppa su misto roccia e neve, con diversi punti attrezzati con corde fisse. La via è lunga ma non è particolarmente difficile,fare molta attenzione alle pietre di caduta.


Sotto la parete Nord con le 3 vie principali di salita. Queste sono più impegnative e anche più pericolose, seguono i 3 canaloni innevati.


Per ultima la parete Ovest, la più spettacolare, con 4 vie di salita, 2 sole dirette alla cima. C'è anche una via per scalare il famoso "dado" del Monviso.


Così FSX si riscopre anche utile agli alpinisti, interessante vedere una via di salita in 3D e valutare, anche se con una certa approsimazione, la difficoltà che presenta e magari gustare in anteprima dei panorami "mozzafiato"...Grazie Dario.

sabato 26 giugno 2010

...pronto il Download del Monviso ID!!

Eccoci finalmente al traguardo dello scenario del Monviso ID. Il Download sarà già possibile da subito, QUI
Una precisazione: la zona comprende anche qualche vallata circostante , ma l'Alta Definizione è dedicata ovviamente alla zona centrale del Monviso. Consiglio, per una visione ottimale, sempre la stagione estiva e nelle ore centrali del giorno. Lo scenario si presta molto a scorci quasi reali, sarebbe interessante vedere qualche bel screenshot scattato da voi, che potrei pubblicare poi sul Blog...una piccola soddisfazione anche per noi autori.

Intanto godetevi l'ultimo video : "In cima al Monviso, passando per i Rifugi"


Se volete vederlo in HD andate QUI
Mi raccomando...un buon volume!

Buon Volo!!

domenica 20 giugno 2010

...dopo una breve Vacanza...I capolavori di Dario!

Dopo una breve vacanza "marina" (ci voleva)... eccoci a completare lo scenario del Monviso.
Dario ha riprodotto oltre al Rif. Quintino Sella anche Il Rif. Vallanta e il Bivacco Boarelli al Lago Forciolline (2835 mt.), ma soprattutto un vero capolavoro è la Croce sulla cima con i 2 bassorilievi.
Ecco alcune foto:



Due belle viste del Rif. Vallanta, una costruzione molto moderna, che in effetti è un po' atipica rispetto ai tradizionali rifugi Alpini.


Un'altra bella immagine del Rif.Quintino Sella, completato, ricordo che anche il camino "fuma"...all'ora di pranzo e cena!


Il Bivacco Boarelli presso il Lago Forciolline, anche in questo caso una costruzione moderna prefabricata.



Ecco una bellissima immagine della Cima nelle ore del mattino, qui Dario ha superato se stesso, ha perfino curato i riflessi di luce a seconda dell'ora del giorno, inoltre si vedono molto bene i 2 basso-rilievi (Madonnina e Gesù). Nell'immagine sotto sempre la Croce ma con una luce diversa, queta volta pomeridiana.


Ormai manca poco alla pubblicazione...alcune piccole rifiniture, un po' di collaudi, le solite immancabili prove e controprove ...e finalmente tutto sul Server, spero in settimana.

sabato 12 giugno 2010

...i Video del Monviso...

ecco il LINK per i video del Monviso....sono in alta definizione (ricordarsi di mettere 720p) ...mi raccomando un buon volume!
Buona Visione !

mercoledì 9 giugno 2010

il Rifugio Quintino Sella sotto il Monviso

Dario mi ha appena inviato il BGL del Rif.Quintino Sella in 3D.
E' un vero capolavoro, completo di tutto. Ci sono le antenne, le terrazze, i tavoli, le panchine, la casottina del cane, la chiesetta in legno...e addirittura cambiando la luce cambia anche il riflesso sui vetri e sui tetti!
ecco alcuni screen:

Una vista verso Nord, un Rif. molto grande e articolato.
Sotto una vista verso Sud.

In primo piano la chiesetta in legno, molto ben fatta.

La vista da Est, in pratica il retro del rifugio, ben visibili le antenne.
Sotto l'ultima vista da Ovest.

Insomma Dario è un "mago" con il 3D... Il prossimo rifugio sarà il Vallanta nel versante Ovest del Monviso, un Rifugio altrettanto particolare e non facile, ma per Dario nulla è impossibile!

Giustamente Dario mi ha inviato alcune foto notturne e quindi aggiungo almeno una foto nella versione notturna/alba molto suggestiva.


notate anche ,oltre alle luci nelle stanze del Rifugio, il riflesso sulla vetrata...eccezionale!

sabato 5 giugno 2010

il Monviso ID ....in Video

Ecco il primo video del Monviso...il Re di Pietra! Una breve panormaica dei vari versanti ...con una musica Regale!




Se volete la versione in HD (codifica HD.264) ecco i LINK
...Buona visione!

mercoledì 2 giugno 2010

...L'incontro di Tre Grandi Amici

Finalmente dopo un po' di mesi...l'incontro. Frank, Daniele e Dario si sono incontrati per la prima volta presso la stupenda casa di Dario a Campel (BL) con tanto di famiglie al seguito.

Da sinistra Daniele, Dario, Frank.

Un incontro che ha confermato la grande amicizia e sintonia del gruppo al quale si è aggiunto Massimo, un super esperto informatico, che ci ha dato dei buoni consigli.
Un particolare ringraziamento all moglie di Dario e alla figlia Franca per il gustosissimo pranzo offertoci.



Lo scenario del Monviso procede molto spedito, Dario sta facendo i diversi Rifugi in 3D della zona attorno alla montagna. Le anteprime sono veramente spettacolari. La parte di texture sta terminando...a breve il filmato panoramico.

lunedì 24 maggio 2010

...il RE di Pietra! ... immagini.

Chiamato il Re di Pietra dai valligiani locali...e devo dire che per la sua "mole" è proprio maestoso, regale.
E' uno dei monti più visibili in assoluto, già da grande distanza è visibile la stupenda piramide della parete Est.
Il lavoro di mesh+texture prosegue senza interruzione. Anche il lavoro di Dario che sta facendo i rifugi è già avviato, l'idea sarebbe quella di fare almeno 3 rifugi + 1 bivacco in alta quota e certamente la Croce della cima con i due "bassorilievi" posti appena sotto.
Ecco uno screen della parete EST:


Piramide imponente, qualcuno pensava che fosse il vecchio logo della Paramount, ma purtroppo non è il Monviso, ma la Ovest del Pizzo Disgrazia.
Sotto una foto del versante Sud:


E' il versante dove si sviluppa la via normale, con un lungo avvicinamento e poi una via con diversi tratti attrezzati da corde fisse che facilitano la salita. Molta attenzione alla roccia molto friabile.


Ecco il versante Ovest, meno conosciuto, con il caratteristico "dado" che rende questa parete molto suggestiva, alpinisticamente offre diverse vie di varia difficoltà.
E per finire il versante Nord:


In primo piano il Visolotto, sulla destra si scorge il profilo del "dado".

Come potete vedere da queste immagini il lavoro sta proseguendo e la qualità dello scenario è senz'altro paragonabile al Cervino ID, la parte più importante di texturizzazione è terminata, mancano alcuni dettagli e tutta la zona circostante. Comunque lo scenario verrà rilasciato solo quando avremo i Rifugi ricostruiti da Dario.

sabato 15 maggio 2010

Le prime immagini del Monviso ID

Dopo un po' di prove e tentativi...ecco le prime immagini del "nuovo Monviso".
Come per il Cervino...abbiamo deciso di mettere anche per questo scenario la sigla "ID".
Con Daniele, abbiamo elaborato delle buone mesh che cambiano letteralmente i "connotati" alla precedente versione. Come texture ho usato delle nuove foto, fornitemi dall'amico Alberto, che mi hanno permesso di coprire gran parte della parete Est.
ed ecco le prime immagini, di comparazione con la versione precedente UD.


Nettamente migliorata la "piramide" del Monviso e ben distinguibile la zona del colle "due dita" in basso a destra.



In questa seconda comparazione, ancora più evidente la differenza, più che per le texture, comunque corrette, per le mesh...e finalmente si distingue di profilo il famoso "dado" della Ovest.

Il lavoro procede... la messa a punto sarà comunque lunga, ci sono molte zone non coperte, mi mancano ancora delle texture della zona Sud e Ovest...ma ho qualche possibilità di avere delle buone foto nei prossimi giorni.
Intanto... cosa ne dite?

domenica 9 maggio 2010

...Altro progetto!

Spero vi siate "goduti" il Cervino ID, ringrazio tutti coloro che mi hanno scritto per i complimenti che condivido assieme ai mie due compagni di "cordata" Daniele e Dario.

Dopo un po' di ripensamenti e fedeli ad una promessa fatta ad un amico, abbiamo deciso di coastruire lo scenario in ID del RE della Padania...il Monviso!
E' una stupenda montagna di 3841 mt. visibile da grandissima distanza (da cui deriva il nome), una piramide isolata...dalle sue pendici nasce il grande fiume padano.

Avevo già costruito in passato una versione in Alta definizione ma con le mesh LOD11 alcune zone non erano ben rappresentate. Questa volta sempre grazie a miei amici Daniele e Dario faremo un Monviso ID con mesh molto dettagliate, con i rifugi più importanti, punto di riferimento per la salita alla cima. Ci sarà anche la croce sulla cima

...seguiteci

lunedì 26 aprile 2010

Il CERVINO ID ...in Download

Finalmente pronto per il Download il Cervino ID.
L'installazione è praticamente automatica, per chi avesse Windows 7- 64 bit, è sufficiente ricopiare la cartella installata nell'addon-scenery da dove solitamente caricate gli scenari.
Ne abbiamo parlato tanto nelle settimane scorse, la definizione usata è stata la massima possibile per FSX. Il simulatore tutto sommato si comporta bene, rimangono ovviamente tutti i problemi soliti come la messa a fuoco da lontano, alcune ombre , macchie che sono tipiche del motore grafico di FSX, ma con un buon settaggio del fsx.cfg si possono ottenere ottime immagini come avete visto nei post-precedenti.
Gustatevi anche le zone dei Rifugi, molto ben fatti e provate l'ebrezza di un atterraggio con l'elicottero sulle micro-aree vicino ai rifugi.
Oltre a ringraziare i miei due super-amici e co-autori Daniele e Dario per il loro decisivo e insostituibile aiuto, ringrazio i beta-tester (Augusto, Dario, Alfredo) per il loro contributo.
Come già detto, questo scenario farà parte integrante del progetto SIRX e copre l'area che va da Cervinia (Italy) a Zermatt (Svizzera). La vicina zona del Monte Rosa sarà completata più avanti. Lo scenario del Rosa attualmente presente ha una buona compatibilità ma non ottimale.
Vi ripropongo il piccolo trailer che ho preparato.




Per una visione ottimale consiglio sempre la stagione estiva e la scelta dell'orario dipende se volete "illuminare" la parete Est oppure la Ovest, ma è meglio provare entrambi.
Ed ecco il LINK diretto per il download dello scenario. Ricordatevi che vi dovete registrare per avere il codice di attivazione. E' una operazione semplice completamente "Free" e serve proprio per distinguere da eventuali coppie non garantite come originali.

sabato 17 aprile 2010

un video in HD...

Un altro video in Alta definizione del Cervino...quasi pronto.
Mancano ancora alcuni particolari e correzioni.
Dario sta sistemando la zona dei Rifugi e poi le ultime verifiche.




Se volete visualizzare il filmato in Alta Definizione ecco il link per una visualizzazione ottimale selezionare 720p...buona visione!

domenica 11 aprile 2010

Video in....girotondo!

In attesa di pubblicare lo scenario "CERVINO ID"...un piccolo video di un "girotondo" attorno alla "gran becca" (come la chiamano gli alpinisti).
Un volo a spirale attorno alla montagna e finalmente ...la cima!




Il video è dedicato a Daniele Tona per una pronta guarigione e rapida ripresa!
Per chi volesse il video in HD (file.Flv) ecco il LINK

giovedì 8 aprile 2010

AVVISO

Ci sarà un po' di ritardo nella pubblicazione dello scenario del CERVINO ID, per motivi di salute di uno degli autori. Chi avesse bisogno di codici di attivazione per lo scenario dell'Everest può scrivere direttamente a me.
Un grande Augurio a Daniele per una pronta guarigione!

lunedì 5 aprile 2010

...il video dei Rifugi del Cervino è online!

Anche il video "da rifugio a rifugio" è in linea. Un piccolo video dimostrativo del volo in elicottero dal Rif.Oriondè (versante Italiano) al rif.Hornli (versante Svizzero) passando per l'aereo Rif.Carrel a 3835 mt sulla cresta del Leone.
Pilorate l'elicottero non è stato facile ma lo scopo era far vedere le magnifiche riproduzioni dei rifugi fatte da Dario Bortot ecco il link diretto
(ricordatevi di selezionare 480p)

mercoledì 31 marzo 2010

nuovo video ...Cervino ID su Realearthx

E' disponibile sul sito Realearthx la pagina dedicata al progetto Cervino (Matterhorn)con in prima pagina un video di presentazione...andate a vederlo! (mettete il settaggio video a 480p)

martedì 30 marzo 2010

Omaggio agli amici Svizzeri....cartoline da Zermatt

Era mio dovere accontentare i tanti amici Svizzeri che mi seguono...e non solo.
Ho allargato lo scenario fino a Zermatt e l'imponente sagoma del Cervino è diventata sempre più dominante e imperiosa. La sua starordinaria bellezza vista da Zermatt è veramente unica...un panorama "mozzafiato"!


Girando verso sinistra il gruppo del massiccio del M.Rosa, imponente.


Ma viriamo verso destra e abbiamo difronte lui ...il Matterhorn


Il vetro "brunato" del nostro Cessna ci falsa un po' i colori e allora...con un po' di rischio ...mettiamo la macchina fotografica fuori dal finestrino.


Mi avvicino alla parete Nord, terribile, impressionante...


Non mi accontento...altra foto fuori dal finestrino...

Sono troppo vicino alla parete...meglio ritornare a valle verso Zermatt.


Avete visto che immagini...è veramente un Matterhorn ...incredibile!!

A presto un primo video.