martedì 27 dicembre 2011

Le grandi pareti delle ALPI

Dopo la delusione delle Dolomiti 3D...beh! Qualcuno di certo l'ha pensato...Frank ci ha abbandonato!
In effetti qualche "brutto pensiero" a questo proposito l'ho proprio fatto...ma poi ...qualche "sogno" nel cassetto c'è ancora rimasto e allora ci riprovo!
Non ho "lanciato la spugna" e anche se sono a conoscenza delle difficoltà obbiettive nel costruire scenari 3D, vorrei tentare con altre montagne, un po' più "abbordabili".

Un progetto al quale tenevo in particolare era la "costruzione" delle più importanti pareti delle Alpi occidentali. La qualità degli scenari di montagna con le semplici ortofoto, ricavate qua e là, sono sempre molto scadenti e le pareti verticali ancora peggio. Rimane solo la possibilità di costruirla in 3D e di applicarla direttamente sullo scenario di base. Questa procedura non sempre garantisce un risultato ottimale, ma almeno corregge le zone sfocate e "slavate" che inevitabilmente FSX ci propone.
Ci sono diverse pareti verticali, solitamente versanti Nord, ma fuor di dubbio che alcune sono assolutamente "spettacolari" e rappresentano per gli Alpinisti una sorta di esame universitario, una specie di "consacrazione" come vero alpinista.
Basta pensare alla parete Nord delle Grand Jorasses, alla Nord del Cervino e alla "terribile" parete nord dell'Eiger...
Proprio da questa vorrei partire...
l'EIGER...nell'Oberland Bernese, alto quasi 4000 mt. (3970mt.) una parete nord di oltre 1800 mt., fatta di ghiaccio e roccia, verticale e strapiombante, con una "storia alpinistica" incredibile e costellata da numerose morti in parete. Famosissima in tutto il mondo è chiamata l'Orco delle montagne. Sono stati fatti anche diversi film (Assassinio sull'Eiger, The North face...) che raccontano vere e proprie tragedie alpinistiche.
Come scenario di per se non presenta particolari problemi. Il posizionamento in FSX non è di certo semplice ma fattibile. Già in passato avevo fatto uno scenario della zona che comprendeva anche il Monch e la Jungfrau ecco uno screen:


La perete Nord dell'Eiger, con qualche piccolo trucco, ero riuscito a rappresentarla discretamente, ma come potete vedere rimangono sempre zone sfocate e slavate.
Lo scenario della parete Nord per poter rendere al massimo deve essere per forza in 3D, ecco la differenza (comparazione tra i due metodi):


Non credo ci sia bisogno di commentare.
Comunque a breve metterò un filmato come prova di quello che ho descritto.
...Insomma si va avanti!

Nessun commento: