sabato 14 giugno 2008

Fase sperimentale: continua

In questo periodo estivo, aspettando un po' di materiale fotografico nuovo, sto sperimentando nuovi sistemi grafici...le "famose diavolerie grafiche di Frank".
L'obiettivo rimane sempre l'alta definizione, cioè una risoluzione almeno 4 volte quella originale (l'ultra era 8 volte). Il vantaggio è fuor di dubbio molto evidente in termini di qualità del dettaglio. I limiti di FSX sono sempre gli stessi: effetto blurries (sfocatura da lontano), difficoltà nel caricare le texture e soprattutto mantenerle a fuoco. Comunque, visto anche gli ultimi scenari alpini, la qualità è senz'altro elevata e ricordandoci sempre che siamo in un simulatore di volo (tra l'altro molto economico) e non in un programma di visualizzazione 3D sofisticato, non possimao di certo lamentarci.
Le difficoltà maggiori sono sempre le pareti verticali e le nostre stupende dolomiti ne sono piene. Sto proprio tentando un'altra soluzione a questo proposito che si basa, oltre alle varie trasformazioni angolari, anche su elaborazioni prospettiche ad alta risoluzione.
Il principale problema è la verticalità. Normalmente in FSX tutto quello che è verticale assume un effetto un po' "slavato" e inoltre anche sfuocato, per riuscire ad evitare questi effetti occorre come primo un forte ingrandimento della zona, poi una distorsione dell'immagine (che deve necessariamente essere molto dettagliata) di tipo prospettico ortogonale...Eccovi una prova esplicativa:
La Cima Dolomitica dell'esempio è il Sass Rigais (oltre 3000 mt.) nel gruppo delle Odle (val di Funes). Ecco come si presenta con Italvfr:

Essendo rivolta ad NOrd-Ovest riceve piena luce d'estate nelle ore pomeridiane, nella foto purtroppo è buia e dipende dall'ortofoto originale.
Sotto un mio primo (timido) tentativo di ricolorazione (fatto lo scorso anno)

Oltre ai colori non proprio naturali, noterete anche una globale sfocatura, da vicino più di così non era possibile mettere a fuoco.
E veniamo alla mia ultima elaborazione, usando tutti i metodi grafici , ormai collaudati, ed in fase di miglioramento.
Noterete prima di tutto una messa fuoco quasi perfetta (almeno per FSX), i dettagli della roccia molto netti, e soprattutto totale assenza di effetto "slavato" come accennavo all'inizio.

Ci sono senz'altro ancora margini di miglioramento ma mi sembra che ormai siamo vicini al risultato ottimale che per noi...è sempre rappresentare la realtà!
Un'ultima annotazione: per ottenere questi risultati occorrono foto molto dettagliate e quindi di grandi dimensioni (io uso foto di 3456x2304). ottime le nuove Reflex-digitali (Nikon o Canon) che uniscono sensori eccezzionali ad un ottica perfetta.

2 commenti:

wilm ha detto...

Instancabile Frank!
E' un piacere seguire i tuoi ottimi lavori...dove arriveremo?

Frank ha detto...

beh! il gusto di provare nuove tecniche è sempre per me prioritario, bisogna avere soddisfazione in quello che fai, se no...non vale la pena!