sabato 7 novembre 2009

...scusate il ritardo!

Dopo gli ultmi commenti ...No!...non sono scappato con SIRX2009! ...e ovviamente non ho nessuna intenzione di tenermi SIRX tutto per me!...tutt'altro!
Per avere le ultime notizie su SIRX è sufficiente collegarsi al forum del Sito.
Il lavoro procede in modo continuativo, ora il mio ruolo è di semplice visione e correzione della colorazione (delle zone Alpine)di tutta la zona oltre confine Italiano (Svizzera,Austria,Sloveni, Francia...).
Ma nello stesso tempo sto studiando, grazie anche all'aiuto di un carissimo amico di Belluno (Daniele Tona) esperto in scenari 3D, di DEM, DTM e DTS...l'uso di nuove mesh molto dettagliate delle Dolomiti orientali. Daniele è riuscito ad ottenere DEM con una precisione incredibile LOD14 con griglia di 2.5 mt circa. Le Dolomiti assumono un aspetto incredilmente realistico. Il problema è quello dell'applicazione delle texture.
Con una precisione di questo tipo ci siamo accorti che le pareti verticali e strapiombanti sono molto più pronunciate e rendono il lavoro di texturizzazione molto più difficile e complesso. Ho accennato più volte che il motore grafico di FSX non permette una rappresentazione corretta delle pareti verticali, il risultato è un effetto "slavato" delle texture, come se buttassimo del "gel" che scivola sulla parete ...con un risultato tutt'altro che bello da vedere e soprattutto non realistico.
Usando vari metodi di trasformazione grafica e di proiezione geometrica si riesce ad ottenere un certo miglioramento ma solo fino ad un certo punto di pendenza (65-70%) oltre il quale diventa un problema di difficile soluzione (se non impossibile).
Ci possiamo certo accontentare nella maggior parte dei casi, ma in altri (quasi tutte le Dolomiti) occorre prorpio uno studio approfondito della parete e l'applicazione molto meticolosa e precisa delle texture e soprattutto in altissima definizione.
Come primo studio abbiamo scelto il Pelmo, la mia Dolomite preferita...Una montagna stupenda, un grosso blocco di Dolomia...detto anche il "trono di Dio" vista la sua forma (versante rivolto a Sud-Est) e più simpaticamente chiamato dai veneti "Al Caregon" proprio perchè ricorda una grande poltrona.
Il Pelmo presenta diverse pareti verticali, specialmente verso Nord - Nord-Ovest, dal passo di Staulanza e dalla Val Fiorentina assume un aspetto imponente e di grande effetto.
Ho fatto diverse prove con diverse risoluzioni e ho cercato di ottenere l'effetto migliore usando come base una LOD12 e correggendo alcune zone, come la cima, avvicinandomi, il più possibile, all'aspetto reale.
Ecco il risultato, in questa primo screen la parete Nord-Ovest e il Pelmetto a destra


Nella seconda foto, l'intera parete Nord-Nord-Ovest. L'effetto finale mi sembra molto vicino al reale, anche se alcune zone possono ancora migliorare leggermente.


Si tratta ovviamente di prove e come noterete le zone verticali e strapiombanti risentono ancora di un effetto un po' "slavato" ma nel complesso la parete presenta un aspetto più omogeneo, direi accettabile. Come accennavo, vedo ancora qualche margine di miglioramento, ho ancora qualche "cartuccia" da giocare... e nei prossimi post cercherò anche di spiegarvi meglio il "dietro le quinte" di tutto questo lavoro.

4 commenti:

wilm ha detto...

Non è proprio il caso che ti scusi...anche se è vero che dopo una settimana e più i tuoi post ci mancano...
Confidando sulle tue "cartucce" di riserva...intanto ti faccio i complimenti per il superbo ed ambizioso lavoro che stai facendo.

Gabriele Pierattelli ha detto...

esatto....ormai siamo "drogati" dei tuoi post!!

Maury ha detto...

Contentissimo di risentirti e naturalmente rivedere i tuoi Lavori..secondo me state andando da Dio....un salutoe augurio dal tuo sempre ammiratore...Maury

Roberto ha detto...

Ciao Frank, è un piacere risentirti!
Naturalmente erano semplici battute!
Sappiamo tutti quanto sei impegnato nel progetto, e di questo impegno ti siamo immensamente grati!
Continua così!!!