domenica 20 marzo 2011

...La Timeline delle Tre Cime di Lavaredo.

Da buon alpinista e amante del Volo virtuale, una delle prime aree che ho sorvolato in FSX è stata la zona delle Tre Cime di Lavaredo… la curiosità era grande e purtroppo altrettanto deludente l’immagine che si è presentata ai miei occhi:

Tre sassi senza nessuna personalità e soprattutto, oltre alle altezze completamente sbagliate, texture standard …direi inguardabili.
Anche la versione con ortofoto non dava nessuna soddisfazione:

Mi sono chiesto …”posso fare qualcosa per far assomigliare questi 3 sassi alle Tre Cime di Lavaredo ?”… e così ho cominciato a lavorarci sopra. Alla fine del 2007 già avevo fatto una prima versione che, usando le mesh LOD11 (purtroppo inesatte ) , aveva già qualcosa di più accettabile. Le LOD11, come dicevo, hanno un errore grossolano , indicano più alta la cima Ovest rispetto la Grande (centrale).

Nel 2008 ho elaborato altre 2 versioni, con minimi passi avanti, curando solo l’aspetto delle texture.
Rimaneva sempre l’aspetto esterno delle mesh LOD11.

Fino alla fine del 2009 (intero anno dedicato a SIRX) nessuna novità ma solo qualche piccolo ritocco.
Il problema, oltre alle mesh, era quello di “piazzare” le texture sulle pareti senza avere quegli effetti fastidiosi di “blurr” e “slavature” tipiche delle pareti verticali, dovuto al fatto che le proiezioni “planari” non permettono nessun controllo delle zone verticali. In pratica una parete verticale di 600 mt. viene vista come se fosse una zona “piana” di pochi metri…e l’effetto
nel simulatore è a dir poco inguardabile.
Usando dei metodi di proiezione ortogonale e ingrandendo la zona fino a 10 volte ho ottenuto dei discreti risultati, soprattutto ho iniziato a migliorare le mesh LOD11 (con programmi di grafica) almeno per quanto riguarda l’altezza delle Cime e anche un po’ la forma.

Nel 2010 dopo molti scenari in alta definizione con gli amici Daniele e Dario (Realearthx) ho di nuovo ripreso a lavorare sulle 3 Cime. La vers.5 (mai pubblicata) è stato l’ultimo tentativo in versione “planare”.
Ormai avevo raggiunto l’impossibile con il metodo tradizionale, le pareti verticali rappresentavano un ostacolo insormontabile con qualunque ingrandimento (anche di 20 volte)…l’effetto sfocato e slavato era inevitabile.

Mi rimaneva solo una soluzione: costruire un modello 3D …come se fosse un edificio.
Grazie all’aiuto di Daniele Tona , Mauro Visentin e Dario Bortot ho iniziato a lavorare a questo progetto. E’ sato difficile sia individuare i programmi di grafica 3D adatti al mio scopo che ottenere delle mappe e delle texture in alta definizone. Ci sono voluti quasi 4 mesi per ottenre un risultato soddisfacente. I passaggi obbligati sono stati tanti ma già il primo tentativo in bassa risoluzione faceva ben sperare:

Il problema più difficile da risolvere è stato riuscire a posizionare il modello 3D in FSX. Il sistema è quello comune per qualunque oggetto sia edificio che altro, ma le enormi dimensioni dei modelli 3D (montagne) presentavano altri aspetti di “scala” e “rotazione” e il posizionamento impilcava soprattutto la modifica delle mesh di base che inevitabilmente potevano sovrapporsi.
Quindi il lavoro riguardava sia il modello che il “sito” di posizionamento.
Ma finalmente, anche se ancora in fase di evoluzione, il risultato ottenuto ripagava ogni sforzo e tutto il tempo dedicato a questo ambizioso progetto.
Ogni montagna in modello 3D implica un adattamento del metodo, tutto può dipendere dalle caratteristiche della montagna , paradossalmente le Tre Cime di Lavaredo sono più semplici, proprio perché ben distinte e facilmente riconoscibili. Gruppi dolomitici come le Tofane di Cortina o il Sella … senz’altro avrebbero molti più problemi di posizionamento in quanto molto articolati e complessi.
Ma ecco una foto del modello 3D già posizionato:


Comunque la fase di elaborazione e studio continua…solo pensare a qualche tempo fa…tutto ciò era considerato impossibile, ora esiste un metodo di lavoro, anche se complesso, ma i risultati sono molto promettenti.

2 commenti:

Vigilius ha detto...

Certo che a te nemmeno la perfezione può bastare!

Frank Dainese ha detto...

Ciao Vigilius, ben ritrovato.
beh! La perfezione è solo del "Buon Dio"..a me basta una "buona imperfezione"!
Ciao