mercoledì 9 settembre 2009

Novità...di lavoro!

Allora...un po' di assenza dal Blog. In effeti è successo qualcosa.
Grazie anche alla collaborazione con il team della ProfessionalShow è stato messo a punto un sistema che ci permette di manipolare ed editare le famose mesh. Il problema, come vi avevo accennato, sono le nuove mesh a 4.75 mt., decisamente scarse per quanto riguarda le Alpi confinanti e anche non confinanti.
La possibilità di editare e correggere grossolani errori e anche di modificare la forma delle montagne, rappresenta un grosso passo avanti. Avere strumenti di questo tipo a disposizione apre una "nuova frontiera" verso un "virtuale" sempre più reale.
Partendo comunque da una buona base, che nel mio caso possono essere le DEM (Digital Elevation Model) dati SRTM (direttamente dalla NASA) e lavorando appunto alla risoluzione LOD13 cioè a 4.75 mt, è possibile modificare anche piccoli punti singoli della montagna, con l'obiettivo di avvicinarsi il più possibile alla forma "vera" con tutte quelle caratteristiche che rendono sempre più riconoscibile la stessa montagna.
Ovviamente tutto questo presuppone molta conoscenza, non solo informatica (il mondo della grafica 3D....) ma anche proprio di come sono le montagne (la loro forma). Fortunatamente quest'ultimo aspetto mi viene abbastanza semplice (grazie all'enorme materiale fotografico a disposizione) sto parlando certamente delle montagne Alpine più importanti e famose.
Una volta "costruita" la mesh, cioè tutti i livelli esatti, tenendo conto di tutti gli aspetti: forma, altimetria...questa viene posta "sotto" alla "texture" fotografica da me precedentemente costruita per ottenere il vero aspetto 3D della montagna. Poi viene assemblato il tutto e compilato il file .BGL che ci permetterà di vedere il tutto in FSX. In poche parole questo è il lavoro che sto iniziando in questi giorni e che mi occuperà per un bel po'.
A questo punto mi chiederete...e SIRX che fine a fatto ?.... certo tutto questo sarà "dentro" in SIRX, come dicevo si sta lavorando al sito e al resto dello scenario, i tempi di realizzazione potranno essere un po' lunghi ma il prodotto finale sarà unico e per "sempre", utilizzabile non solo sui simulatori di volo ma anche per altri scopi e finalità.
Cercherò nei prossimi giorni di fare qualche esempio concreto...del lavoro in corso.

2 commenti:

Gabriele Pierattelli ha detto...

Meraviglioso...come al solito...

Gedackt ha detto...

Grazie Frank per aver descritto così approfonditamente l'enorme e complessa mole di lavoro che sta "dietro le quinte" ad un progetto che del resto, se non avesse richiesto tanta dedicata professionalità, non avrebbe neppure raggiunto il fascino e l'elevata affermazione simulativa che invece definisce.
Un lavoro che oltretutto può servire "anche per altri scopi e finalità" la dice lunga sulla qualità del prodotto finale su cui comunque non avevo dubbi se ci metti le mani tu...
Saluti