lunedì 9 dicembre 2013

Progetto Svizzera-HD Zona SUD

Dopo l'Eiger 3D, che farà parte centrale del prossimo scenario... ecco le specifiche del progetto Svizzera-HD zona SUD. Comprenderà una vasta zona, dai laghi di Thun e Brienz con la città di Interlaken fino all'aggancio, verso SUD, con lo scenario della Val d'Aosta.
Sarà completo di Autogen abitativo (più di 100.000 casette) e boschivo. Sarà come tutti i precedenti uno scenario estivo-autunnale.
Come già detto, ci sono 2 scenari della Svizzera "pay" molto ben fatti ma con alcuni difetti , secondo me, soprattutto di colorazione.
Le ortofoto a disposizione sono di buona qualità con qualche difetto di contrasto e colorazione. Sto lavorando per trovare il giusto equilibrio tra luminosità/contrasto/colore.
Qualche problema con le mesh LOD11, che in alcuni casi presentano delle piccole imperfezioni, complica un po' il lavoro. Inoltre ho trovato qualche piccolo "scarto" nelle sistema coordinate (lat/Lon) per la georeferenza, questo particolare rallenta di parecchio la messa a punto dello scenario.
Comprenderà ben 6 aeroporti di piccole/medie dimensioni adatti al volo ultra-leggero e comunque VFR (segnati in giallo sulla mappa).
L'amico Paolo Rota sta lavorando alla ricostruzione del piccolo villagio turistico/sciistico di Kleine Scheidegg (2.061 m.) ai piedi della Nord dell'Eiger. Dalle prime immagini sembra un ottimo lavoro che darà un tocco di grande realismo alla zona.
Ecco la mappa definitiva del progetto :

Tempo stimato di realizzazione ...circa 2 mesi, sarà pronto per febbraio.
Nei prossimi post ...le prime immagini dello scenario.

2 commenti:

Gedackt ha detto...

Di solito accade che i grandi compositori di musica abbiano inserito nel loro repertorio qualche opera cosiddetta "minore" se paragonata a quelle che hanno reso celebri questi illustri artisti.
Per cui, ad esempio, è facile riconoscere che accanto ai corali di Bach, celebri per l'intenzione del musicista di dedicarne uno per ogni domenica dell'anno liturgico, o ai meravigliosi preludi e fughe che dimostrano l'eccellente forma musicale polifonica contrappuntistica di un tema dato, esistono composizioni ritenute in un certo senso "minori" per una particolare inquadratura o finalità impressa a tale produzione.

Ebbene, Frank, che mi sembrava essere assolutamente paragonabile ad un grande artista, è andato oltre, superando questa mia considerazione che anche in lui si potessero inserire opere "minori".
Infatti ho sempre pensato che, terminato l'impegno con le Dolomiti prima e la VDA poi, con l'impegno dell'Eiger si fosse preso una sorta di pausa, interpretando il grande monte come una creazione di secondaria importanza, appunto "minore", un modello 3D d'alta qualità raggiungibile però dalla Valle d'Aosta dopo un lungo volo sugli scarsi terreni standard di FSX.

Invece ecco la più grande smentita che abbia mai avuto: questa cima si troverà come una perla al centro di un immenso territorio, reso come lui solo sa fare.
Cosicché noi avremo la possibilità di effettuare un volo dall'Italia fino ai laghi svizzeri mozzafiato, sorvolando colline, paesini e alture d'ogni bellezza, per planare infine sulle verdi distese erbose poste immediatamente ai piedi di sua Maestà l'Eiger.

Incredibile, anche questo della Svizzera-zona SUD si sta rivelando un progetto tutt'altro che minore, bensì un lavoro che nasce sulle esperienze raggiunte grazie alle conoscenze acquisite dagli scenari precedenti, e quindi di un grado in qualità ancora superiore.

Del resto lo dovevo sapere a priori: Frank non è mai scontato e non fa mai nulla di scontato.
In questo senso sono ben contento, una volta tanto nella vita, di essermi sbagliato!
Saluti

Nuccio Delia ha detto...

conosco benissimo tutta la zona della jungfrau per essere salito in treno più volte. Non vedo l'ora di volarci sopra col tuo scenario. Grazie ed auguri grande Frank