mercoledì 3 giugno 2009

La Colorazione degli scenari: procedura complessa

Sembra uno scherzo da ragazzi...ma non è così! la Colorazione di uno scenario reale non è per nulla semplice. Occorre pianificare bene le operazioni di ricolorazione. Certamente conoscere bene la zona da ricolorare (anche con foto vere), iniziare poi una specie di "catalogo" delle tonalità di verde, il colore dominante in natura; a questo proposito non esistono "verdi puri" ma una notevole mescolanza di colori e le dominanti sono sempre diverse. Tutti sanno che per ottenere il verde si può mescolare il giallo e il Blu, ma questi 2 colori sulla "scala dei colori" sono agli opposti.
In natura è prevalente la dominante gialla e quindi gran parte dei colori "verdi" avranno questa caratteristica più o meno intensa. Vanno anche considerate tante altre variabili, non ultimo l'orario e la stagione dello "scatto" della stesa ortofoto. La luce solare e la sua inclinazione possono essere determinanti sulla sfumatura del colore, in caso di copertura nuvolosa o di altre situazioni metereologiche (foschia, nebbia...) i colori perdono la loro "vividezza" e tonalità. Normalmente le ortofoto sono scattate da oltre 10000 feet e quindi assumono una colorazione tendenzialmente "azzurrina" legata alla atmosfera (alla massa d'aria tra l'aereo e il terreno). Il Simulatore tiene conto già di questo problema e quindi occorre ricolorare lo scenario senza questa tonalità azzurra. Pare che X-Plane sia ancora meglio di FSX (per questo particolare).s
Ecco come esempio una buona ortofoto (dettaglio buono) originale. Si tratta di Riva del Garda, all'estremo nord del lago, già in Trentino.

Lasciare questa, un po' "spenta" colorazione, non è consigliabile. Le procedure di ricolorazione seguono i vari passi sopra descritti, non è semplicemente un aumento del contrasto o della saturazione, si tratta di selezionare tutte le zone per affinità di colore e praticare i vari cambiamenti. Ecco il risultato in FSX:


Ben visivile la zona dove sfocia il fiume Sarca nel lago. (Gli effetti acqua di FSX non sono stati attivati)
Sotto una visone più completa della zona di Riva del garda.


Sono visibili anche le imbarcazioni vicino alla costa, merito del dettaglio della ortofoto originale.


Una bella vista dei monti corcostanti il Lago, a destra il M.Altissimo e a sinistra il M.Stivo entrambi oltre i 2000 mt.

Per ultima una vista panoramica, sullo sfondo il gruppo Adamello, Carè Alto e Presanella.


Spero di aver dato l'idea del lavoro che sta "dietro alle quinte", una ricolorazione è solo semplice in "teoria" ma nella pratica occorrono prove e vari passaggi.
Nel prossimo "post" ...i segreti della colorazione delle montagne.

5 commenti:

Giovanni@Sabre ha detto...

è un lavoro interessantissimo e a affascinante.

complimenti!

Vigilius ha detto...

Per me tu ti stai divertendo alle nostre spalle :-P

Elio ha detto...

La differenza tra la prima e la seconda foto è significativa e illuminante.
Quanto lavoro c'è dietro...
Non c'entra nulla col discorso sopra ma...Frank hai provato a cliccare sulla Mappa Globale Visitatori? Sono spariti un sacco di contatti!Succede anche nel mio blog.Mah?!

Giuseppe - Agrigento ha detto...

L'effetto della foto debitamente contrastata da effettivamente un tocco di realismo determinante. Non deve essere cosa da poco segliere "quanto" e come contrastare le ortofoto originali. Ben fatto!!

wilm ha detto...

E' un vero piacere seguire i tuoi lavori Frank!
Complimenti!