giovedì 19 marzo 2009

Ragazzi:...ci siamo quasi!

Il nostro vulcanico Ing.Girardi, dopo una estenuante giornata a Roma, tra Ministeri, CGR, ENAC ...ha ottenuto un impegno ufficiale di fornirci il materiale necessario per costruire l'ITALIA photoreal! Giustamente, non "dire gatto se non ce l'hai nel sacco", quindi aspettiamo la totale sicurezza che ciò avvenga e poi sarà tutto ufficiale.
Comunque dobbiamo riconoscere all'Ing.Girardi delle ottime capacità manageriali, perchè girare per uffici di quel tipo e riuscire ad ottenere qualcosa non è certamente facile! ("tanto di cappello").
Allora, ieri mi sono incontrato con i super-scenarist della Professionalshow, bravissimi professionisti, molto disponibili e veramente con grandi capacità e conoscenze. In pratica quasi tutto quello che c'è in Italia (payware) è loro.
A questo proposito lasciatemi "spezzare una lancia" a loro favore...Sì io che faccio tutto freware, cioè che mi posso permettere di fare freware (perchè ovviamente mi guadagno da vivere con altro) vorrei soottolineare quanto è difficile e tante volte deludente il lavoro di scenarist-payware. Loro lo fanno per vivere, per guadagnarsi "il pane" di tutti i giorni (magari con famiglia a carico) con ore e ore sui PC (fino a 18 ore) per poter fare qualche scenario, che vengono venduti a pochi Euro e magari dopo pochi giorni già crakkati...e quindi con tutti i problemi per una minima protezione anche per rispetto di chi paga...insomma "poche rose e molte spine". Mi parlavano di poche migliaia di Euro di guadagno dopo mesi di lavoro full-time, il mercato italiano, con una buona potenzialità, ma estremamente deludente nelle vendite.
Poi ci lamentiamo che per l'Italia non ci sono scenari, non ci sono bravi professional-scenarist...certo, viste le premesse, non possiamo pretendere di avere la "la botte piena e la moglie ubriaca"...già altri Italiani in passato hanno tentato questa avventura, sono poi tutti finiti all'estero (USA,Germania, Inghilterra..).
Scusatemi, ma quando leggo sui forum, commenti non sempre "nobili" su alcuni scenarist-payware, che ribadisco... lo fanno solo per guadagnarsi il pane, non lo ritengo corretto e soprattutto ingiusto!
Io rimarrò sempre freeware, per mia scelta personale, ma questo non vuol dire non rispettare e apprezzare nel modo giusto chi lo fa per mestiere!

4 commenti:

Elio ha detto...

Concordo, parola per parola, nella tua lancia spezzata a favore di chi costruisce scenari a pagamento; anche perchè, aggiungo, essere pagato per un lavoro non esclude affatto l'averci messo dentro l'anima. Anzi, riuscire a mettere nel proprio lavoro, con tutti i lati anche negativi che un questo comporta, la stessa passione che uno riserva al proprio hobby è un ulteriore punto di merito.
E intanto aspettiamo altre buone notizie....Grazie Frank!

Maury ha detto...

Anche io mi associo con Elio e Frank,per tutto quello che hanno detto,e vi posso Fare un altro esempio: il mio ; Io sono Fotografo Professionista,ma purtroppo ho sempre a che fare con chi fa fotografia per diletto e che ha attrezzature da Capogiro,la differenza come dice Frank è che loro si guadagnano il Pane con altro e talvolta anche molto bene,io purtroppo lo devo fare con le foto e i soldini mi servono per la mia Famiglia......Viva L'Italia e sopratutto gli Italiani che non sono secondi a nessuno.....Maury

Vigilius ha detto...

Quoto tutto Frank e già lo sai; attendiamo con asia le notizie 'finali', poi metterò qualcosa anch'io sul blog.

marco ziliani ha detto...

Sono perfettamente d'accordo Frank,purtroppo spesso quando parlo con altri amici e gli dico che ho acquistato questo o quello scenario payware,mi sento rispondere:Ma che hai soldi da buttare?Perchè non lo scarichi.
Il giorno dopo si lamentano che escono pochi scenari,che ci vorrebbe lo scenario della loro città ecc.
....Valla a capire la mente umana!!
Ciao
Marco409